Informativa Cookie

Servizi ecografici di qualità, direttamente a casa tua.

Domande frequenti sull’ecografia

domande ecografia

Che cos’è l’ecografia?

L’ecografia è un metodo di diagnostica per immagini che utilizza gli ultrasuoni a diverse frequenze per visualizzare gli organi interni, i tratti articolari e muscolo-tendinei, il sottocute. È utilizzata in ambito internistico, radiologico, chirurgico e anestesiologico, sia in caso di patologie evidenti, sia come mezzo di prevenzione. Insieme alla visita clinica, infatti, l’ecografia costituisce l’approccio iniziale alla maggior parte delle patologie.
Gli ultrasuoni, emessi da una sonda che viene appoggiata sulla cute, vengono assorbiti o riflessi dai tessuti. La sonda rileva il grado di energia riflessa dai tessuti e trasforma questa intensità in immagini visibili su monitor, che potranno poi essere interpretate dal medico.
Si tratta di un esame non invasivo che non comporta alcuna controindicazione per il paziente e che in molti casi non prevede una preparazione.

Perché fare un’ecografia?

L’ecografia è un esame facile, veloce e non arreca alcun rischio per la salute del paziente. È uno strumento utile in moltissimi casi, in quanto è in grado di chiarire alcune sintomatologie, fare diagnosi, escludere patologie e poter eventualmente indirizzare il paziente verso ulteriori approfondimenti.

Quando fare un’ecografia a domicilio?
Grazie all’avanzamento tecnologico, l’ecografia può essere eseguita anche presso il domicilio del paziente. Un servizio domiciliare è rivolto a chi, per difficoltà motorie o anche solo per comodità, preferisce usufruire di analisi ecografiche a casa propria.

È necessaria la richiesta del medico di famiglia per fare un’ecografia a domicilio?

Se si vuole eseguire una visita ecografica, per una corretta identificazione dell’esame da eseguire è consigliabile riferirsi alle indicazioni di un medico specialista o del proprio medico di famiglia. In ogni caso, essendo una prestazione privata, non è necessaria la richiesta del medico.

Cosa sono le ecografie 3D e 4D?

Oltre alle tradizionali ecografie, oggi è possibile ottenere con particolari strumentazioni innovative immagini ad alta risoluzione, ancora più utili in campo diagnostico, soprattutto nell’ambito della ginecologia, della riproduzione assistita e dell’ostetricia. Con gli apparecchi ecografici 3D e 4D è infatti possibile leggere in modo ancora più chiaro le immagini ed evidenziare in modo ancora più accurato ogni particolare. Il risultato è come quello di una vera e propria fotografia.

Dove fare ecografie a domicilio a Roma?

Chi abita a Roma all’interno del Grande Raccordo Anulare può usufruire del servizio di ecografia domiciliare offerto dal dottor Pier Venanzio Federici tramite EcografieRoma.it, con l’impiego di apparecchiature portatili certificate di alta qualità che garantiscono elevate prestazioni.
Tra i servizi forniti ricordiamo l’ecografia dell’addome, alla colecisti, renali/epatica, al seno, muscolo tendinea/articolare, tiroidea e del collo, alle anche, alle caviglie, oltreché ecodoppler vascolare, ecocolordoppler agli arti inferiori, ecocolordoppler ed ecografie dei tronchi sovra aortici e anche esami radiografici.

Come prenotare una ecografia a domicilio?

Per prenotare ecografie, ecodoppler ed ecocolordoppler a domicilio a Roma entro il Grande Raccordo Anulare è possibile utilizzare il modulo di contatto sotto riportato, inserendo tutti i propri dati, oppure, per avere subito un appuntamento, chiamare il dottor Pier Venanzio Federici al numero 3383099244.

Quanto tempo ci vuole dopo la prenotazione?

Per chi risiede entro il Grande Raccordo Anulare di Roma, il servizio di ecografia a domicilio offerto dal dottor Pier Venanzio Federici è garantito entro 12/24 ore dalla prenotazione.

Cosa avere con sé quando si esegue un’ecografia a domicilio?

Quando si richiede un’ecografia al proprio domicilio è consigliabile avere sotto mano la propria storia clinica ed eventuali esami precedenti perché il medico possa prenderne visione.

Come prepararsi per un’ecografia?

L’ecografia è un esame non invasivo che richiede un minimo di preparazione soltanto in alcuni casi e, se non consigliato in modo specifico dal proprio medico, non è neanche necessario sospendere terapie farmacologiche. Per un’ecografia completa e inferiore all’addome, per esempio, è necessario un digiuno di circa sei ore prima dell’esame e bere un’ora e mezza prima dell’esame un litro di acqua in mezz’ora. È raccomandato avere la vescica piena prima dell’esame. Per l’addome superiore è sufficiente il digiuno sei ore prima. Per altre ecografie non è necessaria preparazione.

Quanto dura un’ecografia a domicilio?

L’ecografia è un esame veloce che, a seconda delle parti da indagare, in media non richiede più di 10-20 minuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *